fbpx

Prorogata la scadenza del bando rivolto alle imprese dell’Emilia-Romagna che vogliono puntare su green economy e sostenibilità.

Le imprese dell’Emilia-Romagna che vogliono puntare sulla sostenibilità hanno più tempo per fare domanda di accesso al Fondo Energia. Sono stati infatti prorogati fino al 7 maggio 2019 (salvo chiusura anticipata per esaurimento fondi) i termini di presentazione delle domande per questo strumento rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, pensato per il sostegno degli interventi di green economy, che fa parte delle opportunità di crescita nell’ambito della low carbon economy avviate dal Por Fesr 2014-2020.

Possono fare domanda imprese, in forma singola o associata, società d’area, soggetti gestori di aree produttive e le Energy service company, per gli interventi ammissibili a favore delle imprese.

Il Fondo Energia è un Fondo Rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, pensato per il sostegno di interventi di GREEN ECONOMY. Finanzia fino a € 750.000 per 96 mesi a tasso zero, per il 70% dell’importo ammesso e per il 30% ad un tasso convenzionato con gli Istituti di Credito.

Sono ammessi interventi di miglioramento dell’efficienza energetica e autoproduzione di energia da fonti rinnovabili al fine di aumentare la competitività delle imprese.

Come detto, il Fondo ha una compartecipazione pubblica al 70% a tasso zero e privata, bancaria, al 30% a tassi convenzionati e agevolati, gestiti dalla Regione tramite Unifidi, Consorzio unitario di garanzia Emilia-Romagna, selezionato con gara pubblica europea. Il Fondo Energia, inoltre, offre la possibilità di ottenere un contributo a fondo perduto per le spese tecniche di progettazione dell’intervento (a esempio la diagnosi energetica) pari al 12,5% della quota di finanziamento pubblico concesso all’impresa.

Il bando della regione Emilia Romagna sostiene gli interventi di efficienza e risparmio energetico nelle imprese. Ecco infatti i nuovi termini per le imprese che vorranno beneficiare del Fondo Energia, sviluppato con l’obiettivo di agevolare i finanziamenti per le imprese e le società Esco che intendono effettuare interventi di efficientamento energetico attraverso l’ausilio di impianti da fonti rinnovabili.

Destinatarie sono le imprese di qualsiasi dimensione e le società Esco. Possono essere finanziati interventi tra cui installazione di impianti fotovoltaici, interventi su immobili strumentali, acquisto ed installazione di macchinari, impianti, attrezzature, hardware fino a spese per la redazione della diagnosi energetica. Il Fondo finanzia progetti attraverso la concessione di mutui di importo fino a € 750.000, per una durata massima di 96 mesi, a tasso zero per il 70% dell’importo ammesso, e ad un tasso convenzionato non superiore all’Euribor 6 mesi +4,75% per il restante 30%.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: